Avanzata

Notturno - analisi armonica

Inviato da abatefaria 
Notturno - analisi armonica
22 novembre 2010, 11:56
Sollecitato dagli stimoli del topic sul pezzo perpianoforte, mi sono guardato un po' l'Op 54 di Grieg.

In particolare mi è piaciuto il notturno (Op 54) n. 4, a livello fraseologico e di forma il brano mi è sembrato perfettamente comprensibile.
Ho serie difficoltà a comprenderne l'armonia...se qualcuno volesse aiutarmi farebbe cosa gradita.

Per l' "A", a parte le prime 4 battute, dove il basso scende cromaticamente rispetto al doppio pedale interno...da 5 in poi non ci ho capito una mazza...soprattutto le 10 battute centrali dell' "A".

La piccola sezione da 13 battute (a 21) ... ancora ancora.

...non sarebbe male anche che qualcuno parlasse di quanto succede alla chiusura dell'A1 prima della coda ...sono tutte cadenze evitate? (...e, 53 e 54 sono un emiolia?).

Il link per l'ascolto è quello proposto da Ale,

http://www.pianosociety.com/cms/index.php?section=235

per la partitura non saprei, non ho un link (io ho la vecchia ma buona carta).

Abate Faria
Re: Notturno - analisi armonica
22 novembre 2010, 20:10
ah ma x i link di partiture è facile:

imslp.org (petrucci music library) e trovi tutto ciò che non è + coperto da diritto d'autore :)

op 54:

http://imslp.org/wiki/Lyric_Pieces,_Op.54_%28Grieg,_Edvard%29


bye

ps appena mi è possibile ci darò un occhio, anche se grieg di solito è piuttosto complesso....
Re: Notturno - analisi armonica
22 novembre 2010, 23:46
ho stampato la 1a pagina, credo di avere individuato le armonie anche se il principio dei collegamenti mi pare in alcuni casi molto libero (come da stile del resto)

tralascio di scrivere i rivolti:

batt 1 I

2 (VI)

3 e 4 ripete

5 VII7 del V

6 VII7 (del I)

7 e 8 (progressione) VII7 del IV / VII7 del bVII (ultimi 3 ottavi DE del I)

9 V7 del V

10 bVI

11 V7 del V (che è anche IV7 del VI)

12 V7 del VI (ultimi 3 ottavi VII7 del bVII)

13 V7 del V

14 V (con appoggiature 9-8 e b6-5)
Re: Notturno - analisi armonica
23 novembre 2010, 10:06
alessandrogozzo Scritto:
-------------------------------------------------------

> imslp.org (petrucci music library) e trovi tutto
> ciò che non è + coperto da diritto d'autore :)
>
> op 54:
>
> http://imslp.org/wiki/Lyric_Pieces,_Op.54_%28Grieg
> ,_Edvard%29

Grazie ;)

> ...anche se grieg di solito è piuttosto complesso....
Mi sono accorto :(
Re: Notturno - analisi armonica
23 novembre 2010, 10:10
alessandrogozzo Scritto:
-------------------------------------------------------
> ho stampato la 1a pagina, credo di avere
> individuato le armonie anche se il principio dei
> collegamenti mi pare in alcuni casi molto libero
> (come da stile del resto)

Grazie, veramente molto gentile...appena ho un attimo darò un' occhiata alle tue note con la partitura alla mano :D.

Qualcosa l'avevo intuita, ma ho avuto veramente molti dubbi :(
Re: Notturno - analisi armonica
23 novembre 2010, 15:20
ciao, l'ho guardata tutta.

il link con la partitura "armonizzata" è:

https://sites.google.com/site/compositoricontemporanei/grieg-op-54


gli accordi penso siano abbastanza corretti, alcuni collegamenti mi sono piuttosto chiari, ma altri non riesco a "giustificarli".....
Re: Notturno - analisi armonica
23 novembre 2010, 17:06
... inizio a "odiarvi" tutti (si, anche te Ale); cacchio, grazie a voi mi sento sempre più impedito ... proverò a studiare i tuoi appunti e grazie per la celere risposta.
Re: Notturno - analisi armonica
23 novembre 2010, 19:25
ma no dai, volemosebbene !!

in fondo ho solo decodificato gli accordi, il vero problema è capire la logica delle concatenazioni, visto che si tratta di armonia avanzata ma pur sempre funzionale.

speriamo che qualcuno abbia voglia di chiarirci le idee :))
fkt
Re: Notturno - analisi armonica
24 novembre 2010, 09:04
alessandrogozzo Scritto:
-------------------------------------------------------
> in fondo ho solo decodificato gli accordi

Intanto volevo dirti che hai fatto un buon lavoro, qualche spunto:

Battuta 5: non potrebbe essere un #IV43? (non mi odiare :D)

Battuta 6: VII7 passa anche da 7dim (un misero dettaglio )

Battuta 20: perché V9/bIII?

Battuta 23: direi che è ok V11

Battuta 27: secondo me qui siamo già in do maggiore, praticamente un II7…DD del quinto grado che arriva sotto forma di “pedale” per poi arrivare al I della ripresa.
Per cui il "classico" II –V – I
Per quanto riguarda proprio l’ultima riga della seconda pagina sostanzialmente siamo nell’area di dominante…tocca un po’ tutte le armonizzazioni tipo 7, 9, 11, 13
Parlerei di area di dominante perchè i realtà il pedale di armonia (in se) dura un quarto ;)

Battuta 46: non potrebbe essere che il primo V43/II prepari un subito successivo II7 (in prestito da do-) nella stessa battuta? Perché VII7/III?

>, il vero problema è capire la logica delle concatenazioni,
> visto che si tratta di armonia avanzata ma pur
> sempre funzionale.
...i punti più nebulosi?

> speriamo che qualcuno abbia voglia di chiarirci le idee :))
Ma mastro Geppino dov'è finito? Non mi dite che sta "trottando" in clausura sulla sua messa di Natale :D

Frank



Messaggio modificato il giorno 24/11/2010, 09:04
fkt
Re: Notturno - analisi armonica
24 novembre 2010, 10:16
abatefaria Scritto:
-------------------------------------------------------
> ...non sarebbe male anche che qualcuno parlasse di
> quanto succede alla chiusura dell'A1 prima della
> coda ...sono tutte cadenze evitate? (...e, 53 e 54
> sono un emiolia?).
Come avrai capito dall'analisi di ale sono appunto "solo" cadenze evitate, escludo l'emiolia perchè, per dirla facile facile, la stessa è un cambio della scansione ritmica spesso "pilotato" dal passo armonico... di solito si passa da una suddivisione binaria a ternaria e viceversa.

Magari il procedimento melodico "sol# fa# lab re" - "fa# mi solb do" potrebbe averti portato fuori strada; direi che non è la melodia che comanda in termini di emiolia.
Qui il basso scende cromaticamente ed ogni quarto con punto cambia armonia ;) e non mi sembra che ci sia un cambio di tempo, che di solito in caso di emiolia è ben udibile ;)

Esempi di questo procedimento potresti trovarli ovunque, da Monteverdi a Dvorak

Frank



Messaggio modificato il giorno 24/11/2010, 10:19