Avanzata

nuovo ordinamento

Inviato da Marcoheart 
nuovo ordinamento
13 agosto 2007, 14:30
Premetto che ho 42 aa e che non sono un musicista professionista. La mia professione è un'altra. Amo molto la musica e cerco nei ritagli di tempo di suonare e recentemente di studiare Armonia. Ho iniziato a suonare da molto piccolo, poi dal Liceo ho un pò mollato e sono stato incostante (a causa degli impegni scolastici). Ora da un anno ho ripreso a suonare.
Vorrei sapere se vi sono limiti di età per essere ammessi a sostenere gli esami o a frequentare un corso di conservatorio. Non ho mai dato esami ma ho studiato solfeggio, sto studiando armonia e suono brani di 8° anno.
Come per l'Università c'è la possibilità di diplomarsi in pianoforte a qualunque età? Quale strada dovrei seguire?
Ripeto è solo una curiosità non un esigenza poichè sono già contento così.

grazie
fkt
Re: nuovo ordinamento
13 agosto 2007, 14:51
Dai un occhiata a:

http://www.edumus.com/forum/read.php?21,94738

Frank
Re: nuovo ordinamento
13 agosto 2007, 15:40
fkt Ha scritto:
-------------------------------------------------------
> Dai un occhiata a:
>
> http://www.edumus.com/forum/read.php?21,94738
>
> Frank

Ho letto ma non si parla del mio caso particolare. Vorrei sapere se con una laurea già in mio possesso (in altra disciplina) si può accedere ad uno dei trienni musicali menzionati senza aver sostenuto solfeggio ed armonia (che invece erano punti cardine del vecchio ordinamento).

grazie
fkt
Re: nuovo ordinamento
13 agosto 2007, 16:10
Marcoheart Ha scritto:
-------------------------------------------------------

> Ho letto ma non si parla del mio caso particolare.
> Vorrei sapere se con una laurea già in mio
> possesso (in altra disciplina) si può accedere ad
> uno dei trienni musicali menzionati senza aver
> sostenuto solfeggio ed armonia (che invece erano
> punti cardine del vecchio ordinamento).
>
> grazie


Assolutamente si, basta avere un diploma di scuola superiore e una preparazione musicale che ruoti intorno al compimento medio. Ovviamente dovrai superare un esame di ammissione.
Frank

PS
Dimenticavo. Non devi essere iscritto ad un altra facoltà universitaria. Ovviamente tu hai già finito, sei già laureato. Giusto?



Messaggio modificato il giorno 13/08/2007, 16:12
Re: nuovo ordinamento
16 agosto 2007, 15:28
Sono laureato e specializzato in altro ambito; inoltre ho già un lavoro.
Da quanto ho capito c'è la possibilità con un esame di ammissione iscriversi al triennio di pianoforte. Questo triennio è equiparabile al vecchio Diploma di pianoforte principale? oppure e' necessario seguire anche il biennio successivo di specializzazione per avere un titolo equipollente?

grazie
Re: nuovo ordinamento
19 agosto 2007, 18:31
Salve, sono nuova di queste parti ma ho letto la discussione ed è un argomento che mi riguarda da vicino...

ho iniziato a suonare chitarra classica a 11 anni e ho continuato fino alla fine del liceo, poi ho smesso per seguire gli studi universitari perchè non riuscivo a conciliare le due cose. Ora che mi sto per laureare definitivamente in architettura (laurea specialistica) volevo sapre se posso isricivermi al triennio di cui parlavate...

grazie mille per l'ascolto!
Re: nuovo ordinamento
19 agosto 2007, 23:14
Salve a tutti,

è possibile iscriversi a qualunque triennio per qualsiasi strumento
nel caso si abbia un diploma di scuola superiore, se non si è iscritti ad
un'altra facoltà e/o triennio e/ biennio in conservatorio, e la preparazione
per lo strumento sia intorno al compimento medio (ovviamente ciò dipende
molto dal numero di posti disponibili e dal livello dei concorrenti).

Poi c'è l'incognita dell'esame di teoria: lì se il conservatorio è serio
dovrebbe essere abbastanza difficile, poiché si dovrebbe dare per scontata
tutta la teoria di base, e si dovrebbe puntare sugli aspetti analitici, armonico-formali,
e di ear training (percezione e ascolto); in molti casi, però,
a seconda dello strumento, se il conservatorio ha bisogno di iscritti per quella
classe è facile che nel caso di risultato positivo all'esame di strumento
uno venga comunque ammesso alla classe, ovviamente con i debiti di teoria.
Cmq è possibile scaricare alcuni esempi di esame di ammissione di teoria dai siti
dei conservatori; quello più difficile che sono riuscito a trovare è sul sito del Conservatorio
di Como, quello più facile su quello di Firenze (ma non sono molti i conservatori
che li mettono sul sito).

Per chi lavora c'è però da tenere presente il problema della frequenza obbligatoria
ai corsi, che non sono più l'ora alla settimana di strumento più un altro giorno per le materie teoriche come al vecchio ordinamento, poiché ci sono, come all'università, molti corsi da seguire, quindi la questione varia da cons a cons, ma tutti hanno l'obbligo di dare solo il 20 % del monte ore dei corsi di assenze possibili (almeno così dovrebbe essere).

Il Diploma di Primo livello (il triennio) è equiparato (a differenza di come andò per le Università) solo al vecchio ordinamento, quindi il triennio in pianoforte vale come il vecchio diploma decennale, anche se la questione è ancora (mi pare) in ballo, poiché c'è chi ha fatto un'interpellanza alla Corte Europea per chiedere che il vecchio diploma sia equiparato
al Biennio Specialistico di Secondo Livello. Però, a tutt'oggi, le cose stanno così.

Un saluto,

Luigi N.
fkt
Re: nuovo ordinamento
20 agosto 2007, 08:31
Marcoheart Ha scritto:
-------------------------------------------------------
> Sono laureato e specializzato in altro ambito;
> inoltre ho già un lavoro.
> Da quanto ho capito c'è la possibilità con un
> esame di ammissione iscriversi al triennio di
> pianoforte. Questo triennio è equiparabile al
> vecchio Diploma di pianoforte principale? oppure
> e' necessario seguire anche il biennio successivo
> di specializzazione per avere un titolo
> equipollente?
>
> grazie


Il diploma in pianoforte (vecchio ordinamento) è equiparato al titolo rilasciato a fine triennio.
Se però, con un diploma vecchio ordinamento, tu decidessi di frequentare il biennio dovresti recuperare prima alcune materie che seguendo i corsi tradizionali non avresti potuto studiare e che sono comprese nel triennio stesso (requisito per frequentare il biennio).

Frank
Re: nuovo ordinamento
20 agosto 2007, 10:12
Purtroppo per chi svolge un'altra professione c'è il tempo di frequenza obbligatoria che taglia ogni speranza. L'unica possibilità per me sarebbe sostenere come privatista gli esami del vecchio ordinamento con il rischio che dopo un paio di anni di studio pazzo lo stesso venga cancellato.
Qualcuno sa per quanto tempo ancora sarà in vigore il vecchio ordinamento?
Effettivamente quante ore a settimana di frequenza impegnerebbe il triennio?

grazie
fkt
Re: nuovo ordinamento
20 agosto 2007, 11:12
Marcoheart Ha scritto:
-------------------------------------------------------
> Qualcuno sa per quanto tempo ancora sarà in vigore
> il vecchio ordinamento?

Dal topic: http://www.edumus.com/forum/read.php?21,94738
Ciao
Frank

In particolare

> Adesso tu mi dirai: "ma se devo entrare con almeno
> un compimento medio qual'è l'ente pubblico che
> dovrebbe garantirmi questa preparazione?"
> Mettiti a ridere, la risposta sarebbe i licei
> musicali.
> Quindi come puoi vedere, visto che ce ne saranno
> forse 2 o 3 in tutta Italia, farai in tempo a fare
> sia il diploma in pianoforte sia quello di corno
> (tanto per dire).
> Pensa che i corsi tradizionali dovevano sparire da
> almeno 10 anni.



Messaggio modificato il giorno 20/08/2007, 11:16