Corsi

IN OPERA - Workshop per cantanti lirici

Corso di Perfezionamento

#Canto

Programma/Locandina/File

Dove si svolgerà

Roma

Inizio:24-07-2019

Fine:28-07-2019

Scadenza Iscrizioni:10-07-2019

Via Monte Ruggero


Breve descrizione

IN OPERA 

Workshop per Cantanti Lirici

Consapevolezza del proprio strumento. Sicurezza tecnica.

Conoscenza degli stili vocali e come applicarli ai vari repertori.

Ciò che rende un cantante sicuro e libero di esprimere e interpretare quello che realmente l’autore richiede.

DOCENTI

ANNA VANDI – Vocalità stile e repertorio

ALEJANDRO SAORIN MARTINEZ – Elementi Estill EVT applicati alla lirica

VALENTINA MARRAFFA – Tecnica e consapevolezza vocale e corporea

STEFANO GIANNINI –  Spartito e repertorio

un “team” di docenti che hanno una visione univoca e completa del lavoro da svolgere per ottenere una migliore performance


Programma Completo

Workshop per Cantanti Lirici

Consapevolezza del proprio strumento. Sicurezza tecnica.
Conoscenza degli stili vocali e come applicarli ai vari repertori.
Ciò che rende un cantante sicuro e libero di esprimere e interpretare quello che realmente l'autore richiede.

DOCENTI

ANNA VANDI - Vocalità stile e repertorio
ALEJANDRO SAORIN MARTINEZ - Elementi Estill EVT applicati alla lirica VALENTINA MARRAFFA - Tecnica e consapevolezza vocale e corporea STEFANO GIANNINI - Spartito e repertorio
Costo: Effettivi 400,00 Euro solo 15 posti; Uditori 100,00 Euro solo 10 posti
ANNA VANDI ALEJANDRO SAORIN MARTINEZ VALENTINA MARRAFFA STEFANO GIANNINI

un “team” di docenti che hanno una visione univoca e completa del lavoro da svolgere per ottenere una migliore performance

Da un'intervista ad Anna Vanni di qualche tempo fa...

....Il mondo di oggi esalta la nullafacenza ed il guadagno facile a discapito dell'impegno.

Un cantante è disposto allo studio ed al sacrificio perché ha la possibilità di fare un “mestiere d’arte” che appaga, oltre che per il senso culturale estetico, soprattutto fisicamente, poiché cantare è la perfetta fusione di cervello e cuore, ma proprio per la sensazione dello scorrere del sangue dentro noi stessi.

Per tutto questo si è disposti a grandi sacrifici.
...Quali sono i difetti ricorrenti dei cantanti che incontriamo oggi?

La maggioranza dei giovani, specie italiani, non sa pronunciare, scandire bene le parole, pensano forse che un cantante vocalizzi tutta la vita, mentre invece ha bisogno di dire bene il testo per cui è stata scritta la musica.

E poi tendono a “spingere”, a far lavorare troppo le grandi fasce muscolari e non le piccole. Ma comunque ognuno può avere un difetto particolare, forse dovuto alla propria conformazione non adatta naturalmente al canto...

PROGRAMMA GENERALE

ANNA VANDI - Vocalità stile e repertorio

Il corso partirà dall’analisi delle caratteristiche vocali, espressive e – in generale – dalle potenzialità dell’allievo per correggere eventuali difetti o vizi tecnici; contemporaneamente si darà una particolare attenzione alla scelta del repertorio, che dovrà esaltarne le qualità strumentali e musicali.

L’ottimizzazione del rapporto prerogative vocali – repertorio risulta di fondamentale importanza per indirizzare correttamente l’allievo
Dal repertorio alla tecnica: ogni stile musicale e vocale richiede un diverso approccio tecnico-espressivo e appropriate metodologie di studio.

ALEJANDRO SAORIN MARTINEZ - Elementi Estill EVT applicati alla lirica

Estill EVT è il risultato di oltre vent’anni di studi condotti dalla ricercatrice, cantante e insegnante americana Jo Estill: dalla conoscenza della fisiologia al controllo cosciente del lavoro muscolare connesso all’emissione sonora, arrivando così ad una vera padronanza e sicurezza nell’espressione delle qualità vocali.

L’obiettivo principale del metodo è quello di rendere il cantante consapevole del proprio potenziale e dei propri limiti, permettendogli di ridurre sia i rischi connessi all'attività sia la paura, dettata dall’incertezza propria della mancanza di una buona padronanza dello strumento. È necessario conoscere bene l’anatomia e la fisiologia del proprio apparato vocale se si vuole avere la possibilità di visualizzare ciò che realmente accade durante l’esecuzione (nello stesso modo in cui un pianista vede il suo pianoforte o il clarinettista il suo clarinetto).

La tecnica si basa su esercizi di addestramento chiamati “figure obbligatorie”, che mirano al controllo di parti specifiche del meccanismo vocale nel modo più indipendente possibile. Contemporaneamente, propone esercizi di rilassamento mirati a quelle strutture la cui interferenza andrebbe a discapito dell’esecuzione.

Il giusto bilanciamento fra le due attività (lavoro/rilassamento) produrrà ottimi risultati rispettando il principio del massimo profitto con il minimo sforzo. L’idea base del metodo è che lo stile si possa sviluppare pienamente e liberamente solo una volta che si conosca lo “strumento”. Problemi di intonazione, di colore, abbassamenti di voce, possono così essere isolati e corretti.

VALENTINA MARRAFFA - Tecnica e consapevolezza vocale e corporea

Il suono lirico come equilibrio di due componenti fondamentali: portanza e penetranza, nel linguaggio EVT Sob e Twang
Il lavoro verterà sull'identificare le tensioni muscolari che causano la perdita di controllo nell'emissione vocale. Una serie di esercizi mirati aiuteranno ad isolare il lavoro di ogni struttura che compone l'organo vocale al fine di controllare ogni singola parte ed aumentare la consapevolezza e il controllo muscolare.

STEFANO GIANNINI - Spartito e repertorio
ll rigore musical, la conoscenza dello stile e delle possibili interpretazioni, sono oggi elementi essenziali per il cantante professionista.

Organizzatore

_29


2016 © Edumus.com è proprietà di Export Digitale Srl - Sede legale e operativa: Via L. de Libero, 8 - 04022 Fondi (LT)
P.IVA, C.F. e CCIAA di Latina IT02851780599 - Cap. Soc. 10.000€ i.v. - REA: LT-204311

int(0)