Condividi su Facebook

Riflessioni e consigli sul primo approccio per l'apprendimento musicale infantile

Musica scuola primaria: cose che ogni insegnante dovrebbe sapere

Riflessioni e consigli sul primo approccio per l'apprendimento musicale infantile


L'insegnante ha l'indiscusso potere di influenzare positivamente o negativamente il modo in cui l'alunno affronta ciascuna materia, con conseguenze sullo studio e sulle inclinazioni personali. Per questo ogni docente che insegna musica in una scuola primaria, sa che il proprio lavoro non si limita solo all'aspetto didattico, quanto ad instaurare un rapporto umano di reciproco rispetto e fiducia con i propri alunni. Questo processo si rende ancora più necessario nonché difficile quando si tratta di bambini che si approcciano per la prima volta allo studio: i bambini nelle scuole primarie. Ecco dunque alcuni ragguagli e suggerimenti per insegnare musica in una scuola primaria. Se si desidera inoltre approfondire le basi dell'educazione musicale, è possibile consultare la nostra miniguida  Come imparare a leggere la musica.

 

 

Educazione musicale nella scuola primaria: Imprinting e amore per la musica

Il docente di musica di scuola primaria ha dunque una grande responsabilità: presentare il mondo dell'educazione musicale al bambino per la prima volta e nel migliore dei modi. Durante i primi anni scolastici il bambino tende ad associare la figura del maestro a quella di un genitore o comunque di un tutore che gli dirà cosa fare, cosa non fare e che lo sottoporrà ad una serie di regole da rispettare, per cui sarà restio ad ascoltarlo e ad obbedire. Se invece il maestro mostrerà comprensione e rispetto, il bambino si sentirà apprezzato, considerato alla pari e instaurerà un buon rapporto con l'insegnante. Tutto questo si rifletterà sulla materia che il bambino inizierà a studiare con passione e rispetto; non dimentichiamoci inoltre che la musica è qualcosa di personale e che l'amore per la musica è vissuto diversamente da ognuno di noi, per cui ogni bambino ha bisogno di stimoli diversi.

 

 

Attività musicali a scuola primaria: Trasmettere la passione

Se ami la musica ci sono buone possibilità che anche i tuoi alunni l'ameranno, ma alcuni insegnanti, musicisti di tutto rispetto, non riescono a trasmettere la propria passione per la musica agli alunni. Ogni insegnante dovrebbe dunque ricordare che insegnare significa prima di tutto trasmettere il desiderio d'apprendere per offrire al bambino l'opportunità di imparare ad amare la materia; in questo modo il bambino avrà un'immagine positiva della musica e tenderà a non percepirla come un dovere.

 

 

Insegnare musica in una scuola primaria: Educare all'impegno e alla pratica

Stuzzicare la curiosità del bambino con la musica è l'approccio più adeguato per stimolare l'entusiasmo verso la materia, ma se si insegna musica in una scuola primaria si è soprattutto responsabili di trasmettere al bambino il senso del dovere e della pratica quotidiana. Ogni bambino infatti tende ad iniziare un attività con entusiasmo ed energia per poi fermarsi ai primi ostacoli ed è qui che l'insegnante di musica deve intervenire per aiutarlo a superare le prime difficoltà. Il bambino si sentirà motivato e in grado di continuare ad esercitare lo strumento.

 

 

Consigli su come insegnare musica in una scuola primaria: Utilizzare la tecnologia

I bambini di oggi sono nativi dell'epoca digitale e dunque portati ad assimilare più facilmente i concetti attraverso l'uso della tecnologia. L'insegnante potrebbe avvalersi dell'utilizzo di videoproiezioni, tablet e altri strumenti interattivi per facilitare l'apprendimento. Esistono inoltre diverse applicazioni musicali utili per incoraggiare i bambini a giocare con la musica anche fuori dagli orari scolastici.

 

 

Non dimenticare che la musica è anche gioco e fantasia

Ogni bambino dovrebbe essere rispettato e valorizzato per la propria creatività. Un ottimo modo per fare questo è insegnare musica giocando, per cui ogni insegnante dovrebbe inventare un modo sempre nuovo di trasmettere la materia in base ai gusti e alle esigenze di ogni classe. Oltre a trasmettere le regole e i concetti dell'educazione musicale in modo più semplice e divertente, si potrebbe premiare il bambino con l'ascolto di una canzone preferita a fine lezione oppure proporre un gioco di gruppo in cui si possano mettere in pratica gli insegnamenti appresi nel corso della lezione di musica.

 

 

Insegnare musica significa anche aiutare il bambino a scoprire il proprio talento

Per quanto possa essere complicato gestire un'intera classe con capacità e preferenze differenti, è dovere di ogni docente aiutare ogni bambino a scoprire il proprio talento nascosto. Il bambino deve poter credere nelle sue capacità e per farlo deve avere la possibilità di metterle in pratica. Si potrebbe variare sia negli esercizi di musica che nella teoria: un ottimo consiglio è quello di creare una piccola orchestra all'interno della quale ogni componente è parte essenziale del gruppo. Nessuno dovrebbe essere costretto ad imparare uno strumento controvoglia: compito dell'insegnante è aiutare il bambino a scegliere lo strumento che più si avvicini ai propri interessi. Un'iniziativa comune degli insegnanti di musica di scuola primaria è quella di organizzare un saggio di fine anno in occasione del quale i bambini hanno la possibilità di esprimere il proprio talento e mettere a frutto ciò che hanno appreso nel corso dell'anno.

2016 © Edumus.com è proprietà di Export Digitale Srl - Sede legale e operativa: Via L. de Libero, 8 - 04022 Fondi (LT)
P.IVA, C.F. e CCIAA di Latina IT02851780599 - Cap. Soc. 10.000€ i.v. - REA: LT-204311

int(1)