Franco

Franco Mezzena, nato a Trento, ha studiato con Salvatore Accardo sotto la cui guida si è diplomato con il massimo dei voti e la lode e quindi perfezionato per alcuni anni presso l’Accademia Chigiana di Siena e la Hochschule di Freiburg (Germania).\r\nLa sua attività come solista ed in varie formazioni da camera, lo vede presente nei più importanti teatri ed ospite nei principali festivals di tutta Europa, Giappone, Stati Uniti, Centro e Sud America. Si è esibito nuovamente a Roma, nella prestigiosa stagione “I Concerti del Quirinale di Radio 3” in diretta Euroradio dalla Cappella Paolina del Palazzo del Quirinale eseguendo musiche di F.Mendelssohn-Bartholdy con Roberto Prosseda. Di recente ha ottenuto uno strepitoso successo alla Carnegie Hall di New York interpretando il Concerto Op. 64 di Mendelssohn con la direzione di John Rutter.\r\nFranco Mezzena è conosciuto in tutto il mondo per moltissimi CD (più di 80) incisi per Luna Rossa Classic, Brilliant Classics, Newton Classics, Wide Classique, Dynamic, Ricordi, Symposium, Rivo Alto, Nuova Era, E.M.S. Arcobaleno. Ha registrato in prima mondiale, per l’etichetta Dynamic, l’integrale dei 29 Concerti per violino e orchestra di G. B. Viotti nell’orchestrazione originale, come solista e direttore con “Symphonia Perusina” e l’Orchestra “Milano Classica” (cofanetto di 10 CD). Ha di recente completato, per l’etichetta Wide Classique, l’incisione dell’opera completa per pianoforte e violino di L. van Beethoven con il pianista Stefano Giavazzi (cofanetto di 4 CD) con il quale sta completando la registrazione dell’integrale delle Sonate di Mozart.. Sta registrando con Umberto Cafagna, per l’etichetta Luna Rossa Records, l’integrale delle composizioni per violino e chitarra di Mauro Giuliani. In qualità di primo violino del Quartetto Viotti ha registrato per Brilliant Classics l’integrale dei Quartetti per archi di G.B. Viotti. Recentissima la pubblicazione per Luna Rossa Records di un CD dedicato alle 3 Sonate di Brahms con il pianista Alberto Nones. Sta registrando l’integrale delle composizioni per 2 violini di G.B. Viotti con Patrizia Bettotti.\r\nHa ottenuto notevoli consensi da parte della critica specializzata con recensioni, interviste e copertine su Fanfare, American Record Guide, New York Times, Washington Post, Gramophone, FonoForum, Diapason, L’Ame et la Corde, The Strad, CD Classics, Musica, Suonare News, Il Giornale della Musica ecc. E’ stato Docente di Violino nei Conservatori di Trento, Pescara e Bari.\r\nTiene corsi di perfezionamento e master-classes in Italia ed all’estero: Royal College e Trinity College di Londra, Università di Oxford (Hertford College), Chetham’s School of Music di Manchester, Conservatorio di Mantova, Conservatorio di Cagliari, Conservatorio di Perugia, Lipsia (Hochschule F. Mendelssohn), S. Antioco, Musica Riva Festival, Alghero, Napoli, Orvieto Strings Academy, Messina, Rotterdam, Académie d’Eté d’Andé, Ticino Musica Festival (Locarno-Ascona), Barcellona, Mexico City, Tokyo, Muroran, Osaka, Kitakyushu, Ibaraki, ecc.\r\nE’ attivo anche come direttore d’orchestra (Orchestra Sinfonica di Lubiana, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Orchestra da Camera Milano Classica, Viotti Chamber Orchestra, Symphonia Perusina, Orchestra Sinfonica di Pescara, Interpreti Italiani, Orchestra Filarmonica di Jalisco ecc.). E’ stato nominato dalla RAI Radiotelevisione Italiana, membro effettivo della Commissione esaminatrice alle selezioni EUYO (European Union Youth Orchestra) dal 2005 al 2010.\r\nNel 2015 gli è stato conferito il Premio Napoli Cultural Classic dedicato alle eccellenze (sezione Musica).\r\nNel 2016 ha costituito il Trio Mezzena-Patria-Ballario con cui ha registrato l’integrale dei trii di Wolf-Ferrari, Rachmaninov e Tschaikowsky per Brilliant Classics e Dynamic.\r\nNel 2017 ha fondato il Mezzena Quartet con Marcello Defant, Giampaolo Guattèri e Sergio Patria.\r\nNel 2018 ha costituito il gruppo crossover “Metamorphosis” con la trombettista Marianna Musotto, il pianista Stefano Giavazzi e vari artisti.\r\nSuona su un violino di Antonio Stradivari del 1695 (ex Kayser) e su strumenti costruiti da Giuseppe Leone (Ceglie Messapica 2015 e 2017) e Roberto Regazzi (Bologna 1998).\r\nFranco Mezzena utilizza esclusivamente corde DOGAL Capriccio Soloist.\r\nE’ Direttore Artistico dell’Orchestra da Camera di Lecce e del Salento e dell’Accademia Musicale “Bruno Mezzena” di Supersano (LE).\r\nE’ inoltre Direttore Artistico dell’AMI Associazione Mozart Italia sede di Pordenone e dell’etichetta discografica Luna Rossa Classic.

2016 © Edumus.com è proprietà di Export Digitale Srl - Sede legale e operativa: Via L. de Libero, 8 - 04022 Fondi (LT)
P.IVA, C.F. e CCIAA di Latina IT02851780599 - Cap. Soc. 10.000€ i.v. - REA: LT-204311

int(0)