STEFANO PIACENTI

STEFANO PIACENTI – regista, attore, storico dello spettacolo Laureato in Storia della Musica a Roma con Fedele D’Amico, ha studiato recitazione alla Scuola del Teatro di Roma diretta da Franco Enriquez, e le varie discipline dello spettacolo con maestri di prestigio come Marise Flach e Angelo Corti (mimo), Renato Greco (danza), canto con il padre Maurizio. Figlio d’arte, fin dal 1972 lavora come aiuto regista in stagioni tradizionali di lirica minore; debutta come regi-sta nell’opera lirica a vent’anni prima al Teatro Eliseo di Roma (uno dei teatri più prestigiosi della capitale), poi allo Sperimentale di Spoleto. Da allora ha firmato una ottantina di regie musicali nei teatri di tre continenti e una ventina di prosa. Giovanissimo, lavora come mimo al Teatro alla Scala, chiamatovi da Giorgio Strehler. In qualità di attore o collaboratore ha lavorato, tra gli altri, con i seguenti registi in teatro e nel cinema: Gian-carlo Cobelli, Margherita Wallmann, Mauro Bolognini, Giuseppe Patroni-Griffi, Bernardo Bertolucci, Giuliano Montaldo, Daniele D’Anza, Giorgio Strehler, Paolo Taviani, Otoo Schenk, Vera Bertinetti, Beppe Menegatti, Giulio Chazalettes, Memè Perlini, Gianfranco De Bosio, Arnaldo Ninchi, Giovanni Anfuso, etc., recitando an-che in francese. È stato regista collaboratore fisso in diverse produzioni operistiche con Sylvano Bussotti e con Renzo Giacchieri. Nel 2013 partecipa al film-corto “Last Far West” di Cristian Iezzi e Chiara De Marchi, protagonista Remo Stella, finalista al Festival di Cannes. Nell’opera lirica e nel teatro musicale ha firmato regie che spaziano in tutto il repertorio, dal barocco al con-temporaneo, tra le quali: G. B. Pergolesi “Guglielmo d’Aquitania”; G .F. Haendel “Tamerlano”; D. Cimarosa “Il Matrimonio segreto”; W. A. Mozart “Così fan tutte”, “Don Giovanni”; G. Rossini “Il Barbiere di Siviglia”, “L’Italiana in Algeri”, “Cenerentola”; G. Donizetti “Lucia di Lammermoor”, “Don Pasquale”, “L’Elisir d’amore”; V. Bellini “Norma”, “I Puritani”; G. Verdi “Macbeth”, “Un Ballo in Maschera”, “Rigoletto”, “Il Trovatore”, “Aida”, “Don Carlo”, “Ernani”, “Nabucco”, “Simon Boccanegra”; G. Bizet “Carmen; G. Puccini “La Bohème”, “Tosca”, “Madama Butterfly”, “La Fanciulla del West”, “Turandot”, “Suor Angelica”; F. Cilea “Adriana Lecouvreur”; U. Giordano “Andrea Chénier”; P. Mascagni “Cavalleria Rusticana”, “Amico Fritz”; R. Leoncavallo “Pagliacci”, “Mameli”; F. Léhar “La Vedova allegra”; A. Schönberg “Pierrot Lunaire”; I. Strawinsky “Storia del Soldato”; M. Panni “Magic Music”; K.Weill – A. Barbato “Lontano da Berlino”; e diversi altri titoli. Tra i teatri più importanti dove è stato regista figurano il Liceu di Barcellona, l’Opéra di Strasburgo, la Nikikai Opera di Tokio e Kengeki di Kumamoto (Giappone), l’Opera di Roma, il San Carlo di Napoli, la Fenice di Ve-nezia, Massimo di Palermo, Landestheater di Salisburgo, Ente Lirico di Cagliari, “G. B. Pergolesi” di Jesi, Grande di Brescia, i teatri emiliani di Parma, Piacenza e Modena, i teatri veneti di Treviso, Rovigo e Padova, etc., nonché la co-regia con Renzo Giacchieri di Aida a Luxor (Egitto), la prima sui luoghi reali della vicenda, con l’Arena di Verona, protagonista Placido Domingo. È stato direttore di scena dell’Arena di Verona per tre anni e regista stabile per dieci del Festival Pucciniano di Torre del Lago, per il quale ha firmato una storica edizione di La Bohème elogiata persino dall’esigentissimo “Times” di Londra. È stato fondatore e direttore artistico della Compagnia Stabile di Benevento e socio fondatore del Teatro S. Leonardo di Viterbo; dal 1995 al 2007 ha la direzione artistica de “I Concerti di Pasqua” di Vetralla (VT), im-portante festival di musica e teatro sacri. Tra gli artisti da lui diretti o con i quali ha collaborato figurano tra gli altri: nell’opera Placido Domingo, Mon-serrat Caballè, Giuseppe Di Stefano, Rolando Panerai, Ruggero Raimondi, Josè Carreras, Katia Ricciarelli, Cesare Siepi, Cecilia Gasdia, Bruna Baglioni, Maria Chiara, Alfonso Antoniozzi, Alessandro Corbelli, Fioren-za Cedolins, Gianfranco Cecchele, Boris Christov, Gabriella Ravazzi; nel balletto Carla Fracci, Raffaele Pa-ganini, Rudolph Nurejev; nella prosa Ivana Monti, Glauco Onorato, Carmelo Bene, Luigi Mezzanotte, Marcel Marceau, Pier Maria Cecchini, Arnaldo Ninchi, Edoardo Siravo. Ha firmato spettacoli con importanti direttori d’orchestra: Maurizio Arena, Donato Renzetti, Daniel Oren, Anton Guadagno, Gianluigi Gelmetti, Giuseppe Patanè, Pinkas Steinberg, Marcello Panni, Sergio Oliva, Stefano Mastrangelo, Giuliano Carella, Gianandrea Gavazzeni, Carlo Franci, Daniel Lipton, Manfred Ramin, Alberto Leone, Oliviero De Fabritiis, etc. È autore anche di saggi storico-teatrali. Attualmente è direttore editoriale della collana “Excalibur”, che pub-blica testi di teatro medievale e medievalista per la casa editrice Il Cerchio di Rimini. Dal 1984 insegna in Accademie di Belle Arti (Venezia, Carrara, Firenze e, dal 2005, Roma) quale titolare del-la cattedra di Storia dello Spettacolo e nei moduli didattici di Storia del Cinema e del Video e di Storia della Musica e del Teatro Musicale. Ha partecipato quale docente di arte scenica ai più importanti stages e ma-sters di prosa e opera lirica. Dal 2007 è direttore della Compagnia dell’Accademia confluisce nel Centro Attività e Studi Teatrali della Tu-scia (C.A.S.T.-Tuscia). È presente quale opinionista in diverse trasmissioni televisive RAI, LA7, SKY e altre radio e televisioni private.

2016 © Edumus.com è proprietà di Export Digitale Srl - Sede legale e operativa: Via L. de Libero, 8 - 04022 Fondi (LT)
P.IVA, C.F. e CCIAA di Latina IT02851780599 - Cap. Soc. 10.000€ i.v. - REA: LT-204311