Stefano Taglietti

“La mia opera, come prospettiva musicale, vuole conquistare un linguaggio che non esclude nulla a priori. La dimensione sonora dunque, è quella di un recupero e una elaborazione della realtà culturale musicale contemporanea; recupero inteso come apertura nei confronti dei linguaggi sonori correnti, filtrati nella loro eterogenia poetica e nella loro fusione con la tradizione musicale colta. La prospettiva del mio lavoro, è quella di cogliere sistematicamente la continuità fra passato e una personale percezione sulla realtà del mondo contemporaneo. Uno dei tratti distintivi del mio lavoro compositivo, anche rispetto alle poetiche delle avanguardie storiche, e a quelle delle generazioni che mi precedono, è quello di utilizzare e reinventare materiali ed elementi musicali, anche di lontanissime derivazioni, in un linguaggio compatto e unitario, tenendo sempre conto, di un legame del suono teso verso una drammaturgia contemporanea.“ Compositore prolifico, Stefano Taglietti ha composto oltre centoquaranta lavori per organici orchestrali, corali, cameristici, per il teatro, l’immagine, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie. Gran parte dei sui lavori sono editi da Rai Com ma anche da Chester Music London e altri. Ha ricevuto commissioni da: Hans Werner Henze, Opera di Norimberga, Berlin Philharmonie; La 51esima Biennale di Venezia 2007-2001; Accademia Nazionale di Santa Cecilia; Festival dei Due Mondi di Spoleto; Accademia di Francia- Villa medici; Biennale di Venezia-Architettura; Rai Nuova Musica,); Gerd Albrecht per il Deutsche Pavillon expò Hannover 2000; Orch. Reg. di Roma e del Lazio; Cantiere Internazionale d’arte di Montepulciano; ContempoartEnsemble,; Sentieri selvaggi, ecc. La sua Musica è stata inoltre eseguita presso: Opera di Norimberga, Berlin Philharmonie; Podewil- Berlin, Città Universitaria di Parigi, Salle Vitali, Teatro La MaMa di New York, Freshno Opera Festival California-U.S.A., Cincinnati University, Festival Strawinky Cracow, e in imprtanti festival internazionali di Musica Contemporanea a Praga, Kiev, Lviv, e stagioni teatrali presso il Teatro Comunale di Bologna, Ravello Festival, Festival dei due Mondi di Spoleto e presso numerose altre istituzioni in Europa,est-Europa, Medio Oriente e U.S.A e sud America. Insegna in vari conservatori italiani dal 1996, vincitore di concorso nel 2000, è titolare della cattedra di Elementi di Composizione per la Didattica della Musica e nelle discipline dell’area compositiva presso il Conservatorio Statale di Musica A.F.A.M. ( U. Giordano) di Foggia, sez staccata di Rodi Garganico.

2016 © Edumus.com è proprietà di Export Digitale Srl - Sede legale e operativa: Via L. de Libero, 8 - 04022 Fondi (LT)
P.IVA, C.F. e CCIAA di Latina IT02851780599 - Cap. Soc. 10.000€ i.v. - REA: LT-204311